sponsor

sponsor

giovedì 13 dicembre 2018

"The Hunger" di Alma Katsu, edizioni Newton Compton, è in libreria

È uscito da un paio di mesi un romanzo western intitolato The Hunger, scritto da Alma Katsu e pubblicato dalla Newton Compton Editori. Si tratta di una versione romanzata e con accenni horror della tragica vicenda della spedizione Donner, che nel 1846 rimase intrappolata dalla neve sulla Sierra Nevada e i superstiti dovettero ricorrere al cannibalismo per uscirne vivi.

La novità è succulenta sia perchè il romanzo ha avuto positivissime recensioni negli Stati Uniti (anche da Stephen King, come dimostra la fascetta che avvolge l'elegante rilegatura cartonata dell'edizione italiana), sia perchè la Newton Compton è praticamente inedita nella pubblicazione di western. E, come sempre ha fatto la casa editrice romana, anche il prezzo è popolare e con poco più di 12 euro ci si porta a casa un bel tomone di quasi 400 pagine, cartonato e con una bella sovracopertina.

L'autrice, Alma Katsu, è un'americana con alle spalle già tre romanzi di genere horror-fantasy, pubblicati anche in italiano.

Ecco la sinossi di The Hunger:

1846. Dopo aver viaggiato per settimane verso ovest, in direzione della California, un gruppo di pionieri si trova davanti a un bivio. Per il leader della spedizione, George Donner, è il momento di fare una scelta. Quelle che si trovano davanti, infatti, sono due strade che conducono alla stessa destinazione. Una è già nota come una pista sicura, ma dell’altra, ancora sconosciuta, si vocifera che potrebbe essere più corta. La decisione di Donner avrà ripercussioni sulle vite di tutti coloro che sono in viaggio con lui. Il caldo cocente del deserto sta per lasciare il posto a venti pungenti e a un freddo acuto in grado di congelare il bestiame. Spinti verso la follia dalla fatica e dalle privazioni, i membri del gruppo dovranno lottare per la sopravvivenza. Mentre i bambini cominciano misteriosamente a scomparire. Ma la minaccia più pericolosa che i pionieri dovranno affrontare non è la furia della natura, bensì qualcosa di più primitivo e feroce che si sta risvegliando.

3 commenti:

  1. Avevo visto questa uscita ma ero convinto fosse un fanta-horror, non pensavo allo sfondo western: grazie della dritta ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucius, grandissimo!!! Che piacere risentirti!!! Sì, è un tipo di western: quello delle carovane, degli indiani e dei pionieri. Ma sempre western è! Molti credono che il western è solo pistoleri, cowboy e sceriffi ma noi sappiamo che non è così. Buona lettura!

      Elimina
  2. No, è vero, è molto di più! Anche se in questo romanzo gli accenni horror ci stanno, visto come sono andate le cose in quello che oggi si chiama appunto Passo Donner.

    RispondiElimina