sponsor

sponsor

mercoledì 29 maggio 2013

"Butcher's Crossing" di John Williams, nuova uscita western

E' uscito da un paio di mesi (il 3 marzo) il secondo romanzo pubblicato in Italia di John Williams, l'autore di Stoner (che la critica ha molto elogiato). Il coraggioso editore che ha portato nuovamente il western in libreria è Fazi (www.fazieditore.it), a cui vanno i miei ringraziamenti e i miei complimenti per aver puntato su un genere evitato quasi da tutti, nell'ambito editoriale soprattutto .



Il romanzo è ambientato nel 1873 in Kansas, in pieno boom del commercio delle pellicce di bisonte. Il protagonista è un giovanotto di Boston che va nel West in cerca di avventura. Dal sito dell'editore leggiamo la sinossi:

Nel 1873 il ventitreenne William Andrews, dopo due anni ad Harvard, abbandona la natia Boston e l’agiatezza della casa paterna per inseguire nel West una forma più autentica di se stesso; la sua strada lo porta nel minuscolo abitato di Butcher’s Crossing, dove rifiuta un lavoro impiegatizio alle dipendenze di un commerciante di pelli per unirsi a una battuta di caccia al bisonte. Una caccia che diventerà un’avventura nella natura selvaggia, un viaggio tanto duro da assumere la forma del sogno, in cui la mente del protagonista, fiaccata dalla fatica, si perde nella contemplazione del paesaggio. Andrews si troverà nella valle dei bisonti, un luogo dalla bellezza quasi mistica, dove regna un silenzio che solo i posti sconosciuti all’essere umano possiedono.

Pubblicato nel 1960, Butcher’s Crossing è considerato tra i romanzi cardine sul far west, una storia che abbatte il sogno della frontiera americana e che si pone prima di Cormac McCarthy, indicando la strada a quest’ultimo grande maestro.

Nella scheda del libro pubblicata sul sito di Fazi potrete trovare alcuni link con le recensioni, per farvi un'idea più precisa (state attenti se non avete ancora letto il romanzo, non è escluso che le recensioni contengano spoiler).

Da qualche anno, inoltre, Hollywood ne ha comprato i diritti e quindi il romanzo dovrebbe trasformarsi in un film, più o meno entro il 2015. Tuttavia ancora non si conoscono nè regista, nè cast, quindi la data (presunta) di uscita potrebbe slittare ulteriormente.

Nessun commento:

Posta un commento