sponsor

sponsor

martedì 2 febbraio 2016

Odoya ripubblica "La conquista del West" di Chastenet

La casa editrice bolognese Odoya - nota per l'occhio di riguardo che riserva alle pubblicazioni western - ripubblica il classico La conquista del West di Jacques Chastenet. L'edizione italiana originale risale al 1968 edita da Dall'Oglio e dal Club degli Editori.
L'edizione Odoya è la stessa, tradotta dal francese da Amalia Vidotto Bonafonte.

La sinossi del libro:

Jacques Chastenet racconta la storia della lunga marcia verso il West, quella corsa irrefrenabile che, in tre secoli, ha portato alla colonizzazione dei futuri Stati Uniti dalle coste atlantiche fino a quelle del Pacifico attraverso incredibili avventure. Sono narrate le varie fasi di questa conquista, le tracce indelebili della sfida alla Frontiera che hanno segnato la mentalità e la psicologia del popolo americano. L'autore non evita di soffermarsi sugli aspetti anche più bui di questa grande epopea, intrisa di violenze e inganni, che hanno portato alla progressiva eliminazione dai territori dei suoi antichi abitanti: i pellerossa. Si scoprirà come i nomi di Pocahontas, Tecumseh, Toro Seduto e molti altri rimangano scritti in modo indelebile nella storia di un popolo grandioso e sconfitto. Lungo il percorso, si conoscono da vicino diversi protagonisti: coloni richiamati a gran voce dal miraggio dell'oro e delle terre coltivabili, infaticabili mormoni, avventurieri romantici come Davy Crockett e pistoleri quali "Wild Bill" Hickok e Calamity Jane; personaggi ritratti sullo sfondo dello sterminato paesaggio americano, tra i canyon del Colorado e la polvere della Valle della Morte, tra le promesse del Nuovo Mondo e la disillusione di terre dure, ostili e spietate. Documentato con rigore scientifico, "La conquista del West" è accompagnato da un apparato iconografico che comprende mappe, illustrazioni, dipinti e disegni.

1 commento: