sponsor

sponsor

sabato 12 novembre 2016

"Sentieri di sangue" di Jack Ketchum [segnalazione]

Per gli appassionati di western-horror, la sempre attivissima e frizzante Independent Legions Publishing pubblicherà, tra qualche giorno, il romanzo breve Sentieri di sangue di Jack Ketchum. Ketchum è un autore horror molto famoso negli Stati Uniti, mentre in Italia è conosciuto pressochè soltanto per il suo disturbante romanzo La ragazza della porta accanto.

Sentieri di sangue, scritto nel 1993 col titolo The Crossings, è un western-horror ambientato al confine messicano poco prima della metà del XIX secolo. Da quel che appare dalla sinossi, sembra una vicenda tra il magico e il soprannaturale:

Arizona, 1848. Nel piccolo Fanny Saloon di Gable’s Ferry il destino fa incontrare il giovane giornalista Marion T. Bell e il quasi leggendario John Charles Hart. Per allontanarlo dal vizio della bottiglia, Hart conduce con sé il ragazzo dall’amico Mother, e insieme si guadagnano da vivere catturando cavalli selvaggi.
Fino al giorno in cui i tre, nei pressi delle rive del Colorado, si imbattono in Elena, una giovane donna messicana gravemente ferita che racconta loro di essere stata rapita, stuprata e schiavizzata assieme alla sorella Celine. I colpevoli? Le Hermanas de Lupo, le terribili sorelle Valenzura, e i loro scagnozzi, con la complicità dello spietato disertore Paddy Ryan.
Sono trascorsi secoli da quando gli Antichi Dei del Messico richiedevano sacrifici umani, ma quei tempi sono davvero finiti? Ancora qualcuno innalza preghiere e offre sangue a Tezcatlipoca, dio della luna e della notte? Inauditi orrori continuano a essere perpetrati fra le mura dell’hacienda in cui le Valenzura portano avanti i loro sporchi traffici. 


Il libro vede la copertina di Giampaolo Frizzi, che ha anche firmato le dieci illustrazioni interne.

Sentieri di sangue sarà disponibile in formato cartaceo ed ebook, su Amazon.it e sullo store di Independent Legions Publishing. Un'occasione da non perdere per gli amanti del western-horror!

1 commento:

  1. Grazie per la segnalazione, l'ho finito di leggere qualche giorno fa. Devo dire che la storia è molto carina e non annoia. I punti deboli sono per me la tematica horror e la caratterizzazione di alcuni personaggi che ho trovato debolucci.

    RispondiElimina